ADAFBA – La Storia

 

Cenni storici sull’Associazione Dottori in Scienze Agrarie e Forestali di Bari e del Comitato Regionale di Coordinamento tra le Assoc.ni Prov.li Pugliesi dei Dottori in Scienze Agrarie e Forestali

A cura del Dr. Giovanni Passeri

 

I – Costituzione e fase di avvio – 1948 – 1962 – Presidenza Milella – Montemurro.

 

Nel 1948, con l’avvio dell’attività professionale dei primi laureati in Scienze Agrarie della Facoltà di Agraria di Bari, istituita nel 1939, un gruppo degli stessi laureati, affiancati dai docenti della Facoltà, ritennero opportuno costituire un sodalizio, finalizzato a promuovere e valorizzate il titolo accademico da poco conseguito e la successiva attività professionale.

L’Associazione  Provinciale Dottori in Scienze Agrarie della provincia di  Bari risulta formalmente costituita in data 28/07/1948, con atto del notaio Vito De Pinto di Bari, registrato a Bari il 02/08/1948 al n. 593.

I soci fondatori, riportati nell’atto costitutivo, sono: Dr. Pirris Gennaro di Bari, Dr. Buquicchio Francesco di Bitonto, Dr. Milella Domenico bi Bari, Dr. Bellomo Francesco di Bari, Dr. Locoratolo Mosè di Bari, Dr. Schittulli Angelo di Gravina di Puglia, Dr. Radicci Giovanni di Gioia del Colle, Dr. De Rossi Vittorio di Bari, Dr. Porcelli Sergio di Bisceglie

 

Dalla data della sua Costituzione al 1954 non risultano agli atti attività svolte dall’Associazione, sembra per difficoltà di  partecipazione dei componenti il primo Consiglio Direttivo presieduto dal Dr. Domenico Milella.

Nel febbraio 1954 per iniziativa dei colleghi Orlando Montemurro, Nicola Matarrese, Marcello Giordano e Domenico Milella, sulla base di copia dell’atto notarile e relativo Statuto (fornito dal collega Tommaso Manghisi della Federazione Nazionale di Roma), fu programmato l’avvio dell’attività dell’Associazione, mediante il rinnovo del Consiglio Direttivo.

La prima Assemblea dei soci si tenne il 22/10/1956, nella Sala Consigliare della Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Bari, con la presenza di n. 71 iscritti (vedi elenco,  allegato al verbale), con la presenza del Dr. Tommaso Manghisi della Federazione Nazionale.

In tale Assemblea fu eletto il Consiglio Direttivo così composto: 1°) Dott. Orlando Montemurro, 2°) Dott. Aldo Chiaia, 3°) Dott. Antonio Favia, 4°) Prof. Giuseppe Martelli, 5°) Dott. Sergio Porcelli, 6°) Dott. Franco Bellomo, 7°) Dott. Nicola Matarrese, subentrato al Prof. Decio Scardaccione, dimessosi per impegni nella Pubblica Amministrazione.

Elenco dei partecipanti alla 1^ Assemblea dell’Associazione Dottori in Scienze Agrarie della provincia di Bari.

1 Cognetti Nicola 15 Martelli Giuseppe
2 Picella Francesco 16 Minervini Luigi
3 Cuttaneo Michele Carlo 17 Di Zonno Michele
4 Manfredi Vito Nicola 18 Torelli Mario
5 Loiacono Beniamino 19 Casalino Antonio
6 D’Amato Nicola 20 Pagliarulo Franco
7 Agostinacchio Vito 21 Romano Antonio
8 La Notte Francesco 22 Bitetti Stefano
9 Oliva Vincenzo 23 Cormio Paolo
10 Stigliano Bonaventura 24 Mastromatteo Vito Saverio
11 Manghisi Tommaso 25 Mastromatteo Romualdo
12 Colavitto Vittorio 26 Scioli Federico
13 De Martino Carlo 27 Catalano Domenico
14 Piepoli Paolo 28 Porro Giuseppe
29 Montemurro Orlando 44 Scardaccione Decio
30 Cavazza Luigi 45 Colombo Carlo
31 Fumo Fortunato 46 Porreca Alfonso
32 Ficco Nicola 47 Chiaia Aldo
33 D’Addato Antonio 48 Ruta Giuseppe
34 Scattagliano Onofrio 49 De Febio Gabriele
35 Ventura Sergio 50 Carrante Vincenzo
36 Fenicio Mario 51 Della Gatta Luigi
37 Matarrese Nicola 52 Porcelli Sergio
24 Mastromatteo Vito Saverio 53 Campione Nicola
25 Mastromatteo Romualdo 54 Bottiglieri Umbero
26 Scioli Federico 55 Giordano Marcello
27 Catalano Domenico 56 Panerai Alfredo
28 Porro Giuseppe 57 Milella Domenico
29 Montemurro Orlando 58 Bianchi Luciano
30 Cavazza Luigi 59 Ragnini Vittorio
31 Fumo Fortunato 60 Persia Giuseppe
32 Ficco Nicola 61 Ronco Donato
33 D’Addato Antonio 62 Bianchi Francesco
34 Scattagliano Onofrio 63 Mintrone Giuseppe
35 Ventura Sergio 64 Bo’ Giambattista
36 Fenicio Mario 65 Bellomo Francesco
37 Matarrese Nicola 66 Vita Angelo
38 Matarrese Giuseppe 67 Coluccia Domenico
39 Favia Antonio 68 Bello Antonio
40 Locoratolo Mosè 69 Milano Mariano
41 Angelini De Miccolis Giovanni 70 Costantini Michele
42 Milano Orazio 71 Orsi Raffaele
43 Perrone Angelo

 

Nella 1^ riunione del Consiglio Direttivo, tenutasi il 26/11/1956, presso l’Istituto di Zootecnia della Facoltà di Agraria, furono designate le cariche di Presidente al Dr Orlando Montemurro, Segretario al Dr. Nicola Matarrese e Tesoriere al Dr. Antonio Favia. La sede provvisoria dell’Associazione fu stabilita presso la Sezione Riforma, Corso Sonnino, 177 – Bari; Successivamente, nella riunione del 5/12/1956, presso la Facoltà di Agraria, il Consiglio Direttivo designò 2 delegati alla Federazione Nazionale, nelle persone del Presidente Dr. Orlando Montemurro e Segretario Dr. Nicola Matarrese, con il mandato di votare nell’Assemblea Nazionale il Dr. Tommaso Manghisi e il Dr. Nicola Matarrese

Dopo un incontro con l’Associazione Allevatori, ad Alberobello, nel dicembre 1956, si perfezionò l’adesione alla Federazione  Nazionale dei Dottori in Scienze Agrarie e Forestali (FIDAF), nella cui Assemblea – del 16/01/1957 – a Roma, furono eletti membri del Consiglio Nazionale, il Prof. Giuseppe Medici, Presidente,  il Prof. Decio Scardaccione e il Dr. Nicola Matarrese.

Il Dr. Nicola Matarrese nel 1959 si dimette dal Consiglio Direttivo, nonché dal Consiglio Nazionale, per impegni assunti presso il Governo greco, ma rientra alla fine dell’anno successivo 1960.

Nel 1961, l’Associazione avvia la redazione e pubblicazione di una Rivista mensile – Puglia Agricola, per la divulgazione tra i colleghi e tutti gli operatori agricoli, di articoli a carattere scientifico, congiuntamente ad un notiziario di eventi e informazioni. Direttore responsabile fu incaricato Nicola Matarrese.  Il 1° numero della rivista uscì nel novembre 1961.

Con la pubblicazione della rivista l’attività dell’Associazione entra nel suo pieno sviluppo.

 

Il taglio della Rivista è di carattere prettamente tecnico scientifico; ciò emerge chiaramente dalla composizione del Comitato Tecnico, con netta prevalenza di docenti della Facoltà di Agraria, e dai discorsi introduttivi, scritti dagli stessi docenti. La rivista contiene comunque un Notiziario sugli avvenimenti nel mondo agricolo, in generale, e nelle Associazioni dei Dottori Agronomi provinciali, confederate nella FIDAF nazionale, in particolare.

L’Associazione nasce  dunque nel clima del rapido sviluppo economico del dopoguerra, grazie all’entusiasmo dei docenti della Facoltà di Agraria di Bari, di recente istituzione,  e agli Agronomi impegnati nella Riforma Agraria; infatti la grande maggioranza dei soci fondatori è composta, oltre ai docenti della Facoltà di Agraria, da Agronomi funzionari e dirigenti dell’Ente per lo Sviluppo dell’Irrigazione in Puglia, Lucania e Irpinia e della Sezione Speciale per la Riforma Fondiaria dello stesso Ente, nonché degli Ispettorati Agrari Provinciali e Compartimentale dell’Agricoltura e dell’Istituto Sperimentale Agronomico di Bari.

Tra i soci fondatori spiccano le figure del Prof. Orlando Montemurro, Direttore dell’Istituto di Zootecnia della Facoltà di Agraria, del Prof. Nicola Matarrese, titolare della cattedra di Idraulica Agraria, nonché Dirigente presso l’Ente Irrigazione, e del Prof. Decio Scardaccione, Direttore dell’Ente Irrigazione, docente di Economia Agraria, poi eletto Senatore della Repubblica.

Nelle pagine seguenti sono riportate le immagini della testata del N. 1 della Rivista, del sommario e discorsi inaugurali del Prof. O. Montemurro e Prof. A. Ciccarone.

 

L’Assemblea Nazionale della Federazione Italiana Dottori in Scienze Agrarie e Forestali (FIDAF) del 25/03/1962 elegge componente del Consiglio Nazionale il Prof. O. Montemurro , per il triennio 1962-64.

 

In questo periodo l’Associazione realizza numerosi Convegni, Giornate di studi e Corsi di aggiornamento, tra i quali, di particolare interesse, il “Convegno sull’ Assistenza Tecnica in Agricoltura e l’Agronomo” il 16/09/62  nella Fiera del Levante; i relativi atti furono poi pubblicati in un Numero Speciale della Rivista  – n. 9-10 settembre-ottobre 1962.

Il Convegno ebbe particolare risonanza perché tenuto all’inizio degli anni ’60, allorché furono avviati i primi esperimenti di assistenza tecnica in agricoltura, finanziati dalla Cassa per il Mezzogiorno e gestiti in Puglia dall’Ente Irrigazione mediante il Nuclei di Assistenza Tecnica (N.A.T.), poi rinominati Centri Assistenza Tecnica (C.A.T.).

Il tema verrà poi ripreso nel 1979 dal Comitato Regionale di Coordinamento tra le Associazioni Provinciali in Scienze Agrarie e Forestali con uno studio su “L’Assistenza Tecnica in Puglia: Situazione Attuale e Prospettive Operative”,  pubblicato sul n. 5-6/1979 della nuova rivista “Scienza e Tecnica Agraria”; autori dello studio: Antonio Pallara, coordinatore, Ruggero Danese, Nicola De Florio, Giovanni De Seneen, Mariano Melino, Giovanni Passeri, Oronzo Siculella, Achille Sigliuzzo.

Con queste iniziative l’Associazione manifestò il notevole interesse per il programma di assistenza tecnica in agricoltura avviato dalla Cassa per Il Mezzogiorno nel periodo dal 1960 al 1979, il quale si sviluppò parallelamente alle grandi opere di bonifica e irrigazione ed ebbe favorevoli consensi nel mondo agricolo dell’epoca, come dimostra un’ampia letteratura in materia.

Altra iniziativa di rilievo è costituita dagli “Incontri per Tecnici e Operatori Agricoli”, tenuti  nei giorni 28, 29 e 30 gennaio  1963  presso il Palazzo dell’Agricoltura  - Ispettorato Agrario Compartimentale per la Puglia – di Bari; la relazione introduttiva fu tenuta dal Dr. Agr. Nicola d’Amati, Capo dell’Ispettorato Agrario Compartimentale, sul tema “Problemi dell’Agricoltura pugliese con particolare riguardo all’olivo”; le relazioni principali furono tenute dal Prof. Decio Scardaccione, docente di Economia e Politica Agraria nell’Università di Bari, sul tema “Analisi dei costi di produzione” e dal Dr. Agr. Domenico Surico, Capo dell’Ispettorato Istituto Commercio Estero di Bari, sul tema “Prospettive del mercato nazionale ed internazionale nei riguardi dell’olio d’oliva e delle olive da mensa”. Gli atti del Convegno sono pubblicati sul n. 6-7/1963 della Rivista.

L’Assemblea dell’Associazione, nella riunione del 21/02/1963, tenuta  nel Palazzo dell’Agricoltura, elegge il nuovo Consiglio Direttivo per il triennio  gennaio 1963-66; risultato eletti: O. Montemurro, N. Matarrese, M.  Giordano, M. Bucci, G. Cianci,  S. Porcelli, S. Maselli. Vengono  confermati: Presidente O. Montemurro, V.Presidente N. Matarrese e Segretario-Tesoriere M. Giordano.

Dal 1° gennaio 1964, tenuto conto dei risultati editoriali e di diffusione, il Consiglio Direttivo dell’Associazione decide di cambiare la denominazione della rivista in ScienzaTecnica  Agraria. Nella testata  è raffigurata la Dea Pomona.

II – Fase piena attività – 1965 – 1975 – Presidenza Matarrese – Porcelli

 

L’Assemblea dell’Associazione, il  25/03/1965 elegge il nuovo Consiglio Direttivo, che subito dopo assegna le cariche sociali come segue: Nicola Matarrese – Presidente, Marcello Giordano – V.Presidente e tesoriere,  Beniamino Loiacono – segretario, Consiglieri – G.uglielmo Cianci,  Sabino Maselli,  Alfonso Montaruli,  Sergio Porcelli. Al collega G. Cianci viene affidato l’incarico di collaborare con il Direttore responsabile N. Matarrese nella redazione della rivista.

Un particolare ringraziamento viene rivolto al Prof. O. Montemurro per la preziosa attività associativa in un decennio di Presidenza.

Il successivo 27 marzo N. Matarrese viene rieletto  componente del Consiglio Nazionale della FIDAF.

Tra le manifestazioni indette dall’Associazione in occasione della Fiera del Levante, particolare importanza assume la Giornata di studio su “La ricomposizione fondiaria quale fattore determinante per l’esercizio della moderna impresa agraria“, organizzata con l’Ordine degli  Agronomi della Provincia di Bari  ed a carattere internazionale , tenuta il 12 settembre 1965.

Relatore generale il Prof. D. Prinzi (Roma),  con relazioni  di: J. Gastaldi (Parigi), G. Argenti (Roma), A. Portas (Carbonia), oltre a numerose comunicazioni scritte.  Gli Atti sono pubblicati su un numero speciale della rivista Scienza e Tecnica Agraria – n. 8-9 agosto-settembre 1965.

Negli anni 1965/66 l’attività dell’Associazione si estende ai contatti con gli agricoltori e operatori agricoli in generale; su questo tema la rivista Scienza e Tecnica Agraria del mese di maggio 1966 pubblica il resoconto di un incontro su “Possibilità di sviluppo della orticoltura in provincia di Bari”, tenuto il 30 aprile 1966 nella sala Consigliare del comune di Polignano a Mare e concluso con una visita ad aziende orticole del territorio. L’articolo della rivista si conclude con un Ordine del giorno, contenente i seguenti interventi principali, demandati alla Pubblica Amministrazione dello Stato e delle Regioni:

1)     approvvigionamento e distribuzione di acqua per l’irrigazione;

2)     elettrificazione rurale;

3)     organizzazione della produzione nel settore della commercializzazione.

 

L’Assemblea del  25/02/1967 approvò un nutrito programma di visite tecniche, con la collaborazione di M. Seccia (Sicilia  e Bolzano), conferenze (Ricci e Bucci a Bari e Matarrese a Lecce),

.

Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 13/03/1967 – verbale n. 77 – a seguito delle dimissioni del V. Presidente M. Giordano, la stessa carica viene assegnata al Prof. Sergio Porcelli, mentre Guglielmo Cianci assume la carica di tesoriere; nel Consiglio entrano inoltre Mario Bucci, Vito Giovanni Catalano e Giovanni Angelini De Miccolis.

Il Dr. Guglielmo Cianci, funzionario della Direzione Regionale Pugliese dell’Ente Irrigazione, assumerà particolare rilievo nell’attività dell’Associazione e nella redazione della rivista. Nella riunione successiva – 18/04/1967 – verbale n. 78 – entra a far parte del Consiglio il Dr. Antonio Pallara, Dirigente di Nucleo di Assistenza Tecnica, con funzione di Segretario.

 

Negli anni Sessanta furono costituite gradualmente Associazioni  dei Dottori in Scienze Agrarie in tutte le province della Puglia; cosicché la rivista, dal 1966 divenne Organo Ufficiale  delle Associazioni Dottori in Scienze Agrarie di Bari – Lecce e Taranto, e dal 1968 Organo Ufficiale dell’Unione Regionale Pugliese Dottori in Scienze Agrarie.

 

Nel giugno 1968 (verbale C.D. n. 88 del 24/05/1968) fu realizzato il programma relativo alla creazione di un assetto regionale delle Associazioni, onde unificare le proposte, soprattutto all’ Ente Regione,  sulla programmazione dell’agricoltura per zone omogenee. I Consigli Direttivi delle Associazioni provinciali  pugliesi, riuniti in Assemblea a Bari, costituirono, con atto del Notaio Giuseppe Angelini De Miccolis, l’Unione Regionale Pugliese dei Dottori in Scienze Agrarie, la prima in Italia. Presenti anche alcuni Consiglieri Nazionali. Seguirono le elezioni del Consiglio Direttivo del Comitato, con i seguenti risultati: Presidente N. Matarrese, V. Presidenti M. de Nitto Personè (Lecce) e Di Giovine (Foggia), Revisori dei Conti  Vito Giovanni Catalano,  Giorgio Petrilli e Massimo Salvati; Segretario-Tesoriere Giovanni Angelini De Miccolis. Sede a Bari presso quella dell’Associazione Provinciale, trasferita, con l’Ente Irrigazione , in Viale Japigia 184.

Nel 1968 furono designati nel Consiglio Nazionale – verbale n. 87 del 22/03/1968 – il Prof. Orlando Montemurro e il Dr. Mario de Nitto Personè, in sostituzione di Scardaccione e Matarrese.

Nell’Assemblea del  6 marzo 1969, tenutasi nel   Palazzo dell’Agricoltura, il Presidente Prof. N. Matarrese illustra  le attività svolte nei settori: organizzativo,  sindacale, conoscitiva e di aggiornamento professionale, pubblicazione della Rivista Scienza e Tecnica Agraria, ringrazia  tutti i Colleghi ed in particolare Porcelli, Cianci, Loiacono, Pallara, Bucci, Catalano e Angelini De Miccolis e dichiara di aver così concluso il suo impegno di Presidente. L’Assemblea alla unanimità approva la relazione ed i bilanci e respinge le dimissioni.

Successivamente, a seguito di impegni internazionali assunti, su proposta del Governo Italiano, a partire dal 1/01/1971 le dimissioni di N. Matarrese da Presidente dell’Associazione Provinciale e del Comitato di Coordinamento Regionale,  nonché da Direttore della Rivista, divennero irrevocabili per incompatibilità. La Direzione della Rivista fu subito affidata a  Guglielmo Cianci.

Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 10/03/1969 – verbale n. 95 – elegge il nuovo Presidente Dr. Sergio Porcelli.

L’ultimo verbale della Presidenza Porcelli agli atti è il n. 111 del 27 aprile 1973.

 

Il numero speciale 1-2/1970 della rivista Scienza e Tecnica Agraria pubblica gli atti dell’incontro di studio sul tema: “Prospettive per le uve da tavola nella provincia di Bari”, organizzato dall’Associazione di Bari il 17 ottobre 1969.

Nella riunione del Consiglio Direttivo del 28/10/1970 – verbale  n. 101 – fu promossa un’azione di protesta sindacale nei confronti della modifica dello Statuto dell’Ente Irrigazione – Direttore Ing. Domenico Santovito – che prevedeva la riduzione dei Servizi da 6 a 4, di cui uno solo Agrario. Azioni analoghe furono promosse all’interno di altri enti, a tutela delle competenze professionali dei Dottori Agronomi.

La tutela della professionalità dei Dottori Agronomi e Forestali ha sempre costituito attività primaria dell’Associazione, in tutte le sedi.

 

Dal 1973 la rivista passa da mensile a bimestrale. Direttore responsabile Guglielmo Cianci – Redattore capo Giandonato Distefano. Dal 1974 – Il Comitato tecnico diventa Comitato scientifico: Proff. A. Ciccarone – O. Montemurro – M. Vitagliano – A. Ramadoro – D. scardaccione – N. d’Amati – G. T. Scarascia – F. Lanza – D. Roberti.

 

Nel 1974 si costituisce il Comitato di Coordinamento delle Associazioni Pugliesi in sostituzione dell’Unione Regionale. La notizia è pubblicata sul n. 2/1974 della rivista “Scienza e Tecnica Agraria” ; sul successivo n. 3/74 della rivista è pubblicato il Regolamento del Comitato.

Il 1° Presidente del Comitato fu il Prof. S. Porcelli – biennio ‘74/’75 – poi fu eletto il dr.  Italo Amorella di Brindisi – biennio ‘76/’77.

 

Dal 1975 la rivista diventa: Organo Ufficiale del Comitato regionale di Coordinamento tra le Assoc.ni Prov.li Pugliesi dei Dottori in Scienze Agrarie. Al Comitato tecnico si aggiunge S. Porcelli.

Nel 1977 il Comitato Tecnico Scientifico, oltre ai Proff.ri universitari, Include alcuni presidenti delle Associazioni: Oronzo Siculella, Italo Amorella, Mario Volpi.

 

 

III – !976 – 1980 – Presidenza Volpi

 

L’Assemblea dei soci del 22/3/1976 elegge il nuovo Consiglio Direttivo, il quale poi attribuisce le cariche di Presidente al Dr. Mario Volpi, direttore regionale pugliese dell’Ente Irrigazione, di tesoriere al Dr. Gugliemo Cianci e di segretario Dr.  Giandonato Distefano, consiglieri Prof. S. Porcelli, Dr. Angelo Scatigna, Dr. Mario Bucci, Dr. Aurelio De Santis.(Dal n. 1-2/1976 della rivista Scienza e tecnica Agraria). Successivamente subentra nella carica di segretario il Dr. Cesare Dell’Aquila – verbale C.D.  n. 128 del 21 dicembre 1978.

Sul n. 6 – nov.-dic. 1978 – della Rivista il Comitato Tecnico Scientifico risulta così costituito: Dr. I. Amorella – Prof. A. Ciccarone – Prof. F. Lanza – Prof. O. Montemurro – Dr. R. Pati – Prof. S. Porcelli – Prof. D. Roberti – Dr. G. rotella – Prof. G. T. Scarascia – Prof. D. Scardaccione – Dr. O. Siculella – Prof. M. Vitagliano – Dr. M. Volpi.

Si può notare l’allargamento del Comitato ai componenti i Consigli Direttivi delle Associazioni Provinciali e del Comitato di coordinamento regionale.

 

Nei giorni 30/6 e 1/7/1979 fu tenuto a Bari, presso la facoltà di Agraria, un interessante convegno, con la partecipazione della Federazione Nazionale, contenente diverse relazioni; i relativi atti furono pubblicati sulla rivista.

Nel gennaio 1980 – verbale C.D. n. 134 del 21 gennaio 1980 – il Dr. Italo Amorella non essendo stato rinnovato nella carica di Presidente dell’Associazione di Brindisi, decade dalla carica di Presidente del Comitato di Coordinamento regionale.

Nel 1980 fu modificato e rinnovato lo Statuto sociale – verbale n. 135 del 28 agosto 1980 – principalmente allo scopo di aggiungere al titolo i Dottori in scienze Forestali, proveniente dal Corso di laurea in Scienze Forestali, istituito di recente presso la Facolta di Agrararia di Bari; il relativo atto fu redatto dal notaio Bruno Volpe di Giovinazzo e registrato a Bari il 14/02/1980 al n. 3361.

Intanto la Rivista Scienza e Tecnica Agraria, già dal 1979,  diventa Organo Ufficiale del Comitato regionale di Coordinamento tra le Assoc.ni  Prov.li Pugliesi dei Dottori in Scienze Agrarie e Scienze Forestali.

. Nello stesso anno furono eletti nel Consiglio Nazionale il dr. Mario Volpi e G. Rotella – verbale n. 136  del 21/11/1980.

 

 

IV – 1981 – 1992 – Presidenza Marzi

 

L’Assemblea dell’Associazione dell’11 dicembre 1980 elegge il nuovo Consiglio Direttivo; successivamente, nella riunione del 7 gennaio 1981 – verbale C.D. n. 137 – viene eletto Presidente il Prof. Vittorio Marzi, segretario Dell’Aquila, tesoriere Cianci, consiglieri Ficco, Tammaccaro, Consolo,  Napoli, Laccone e Volpi.

Con la Presidenza Marzi viene ampliata l’attività dell’Associazione, entrano molti nuovi soci e si realizza una intensa attività di convegni, conferenze e visite istruttive, grazie alla fattiva e infaticabile collaborazione di Guglielmo Cianci, consigliere e Direttore della Rivista.

Nel periodo della Presidenza Marzi si avvia la consuetudine dell’”Incontro conviviale di fine anno”, con la partecipazione delle famiglie, durante il quale si tiene una breve relazione su un argomento di interesse generale, seguita da una cena a base di prodotti tipici pugliesi, in un ristorante caratteristico.

Gli incontri sono particolarmente graditi alle famiglie degli associati, grazie anche alle brillanti relazioni del Prof. V. Marzi, che si dimostra, tra l’altro, esperto in arte culinaria. La consuetudine verrà poi mantenuta anche nei periodi successivi.

Il Presidente Prof. Vittorio Marzi viene riconfermato dal nuovo Consiglio Direttivo, nella riunione del 14 gennaio 1984, segretario Dr. Tommaso Napoli, v. Presidente Nicola Ficco, tesoriere Guglielmo Cianci. Successivamente subentrano O. Casilli, in sostituzione di T. Napoli, Della Cecca, C. dell’Aquila, N. Di Donna, N. Ficco, Forte.

Molti progetti di studio, divulgazione, assistenza tecnica e formazione fruiscono annualmente di contributi finanziari della Regione Puglia.

Un esempio significativo in tal senso risulta dal verbale del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Bari, n. 151 del 6 febbraio 1984, che riporta  la concessione un contributo di £  25.000.000 al Comitato di Coordinamento tra le associazioni pugliesi per l’attività di assistenza tecnica svolta l’anno precedente 1983.

Nel 1987  viene riconfermato Marzi Presidente, V. Presidente N. Matarrese, segretario Mauro De Lucia,  Tesoriere G. Cianci –  verbale n. 158 del 25 marzo1987.

Il 29 dicembre 1989, in un tragico incidente stradale, trovano al morte il Dr. Guglielmo Cianci e la sua consorte –  verbale n. 163 del 5 gennaio 1990.

L’avvenimento crea un vuoto incolmabile nella vita dell’Associazione, a motivo del notevole impegno profuso da Guglielmo Cianci nei programmi di attività dell’Associazione e nella redazione della Rivista. Successivamente la pubblicazione della rivista risulta sospesa.

Nel Consiglio Direttivo subentra Giovanni Ninivaggi, mentre il Prof. N. Matarrese riprende l’incarico di Direttore Responsabile della rivista; Redattore capo viene designato Michele Seccia

Nel 1990, il nuovo C. D. riconferma Presidente il Prof. Vittorio Marzi, V.Presidente dr. Achille Sigliuzzo, segretario Mauro De Lucia, Tesoriere Gianni Ninivaggi, consigliere Prof. Sergio Porcelli – verbale n. 16 del 23 marzo 1990.

In questo periodo si avvia una fattiva collaborazione con la Società Botanica, grazie al Prof. Sergio Porcelli e Prof. Francesco Macchia, che si concretizza in visite ad aree floristiche di particolare interesse, tra cui le Isole Tremiti, il Parco del Pollino ed altre.

Sempre su proposta del Prof. S. Porcelli, si realizza un Convegno a Foggia su “Agricoltura Biologica”, in collaborazione con il Presidente del Comitato di Coordinamento Regionale Dr. Melino e il segretario Dr. Ursitti.

Il Prof. Nicola Matarrese, Direttore Responsabile della Rivista “Scienza e Tecnica Agraria”, nella riunione del C.D. dell’11 aprile 1990 – verbale n. 167 – nomina componenti del comitato di redazione della rivista Dr. Mancini, Dr. Passeri, Dr. Casilli, Dr. Tursilli.

Nella seduta del Consiglio Direttivo del 28 ottobre 1992 – Verbale n. 179 – il prof. Nicola Matarrese si dimette da Direttore Responsabile della Rivista e, nella seduta successiva – verbale n. 180 dell’8 febbraio 1993 – subentra il Prof. Leonardo Mancini, avendo rinunciato il Prof: Porcelli; quindi, nella seduta del 1° marzo 1993 – verbale n. 181 – il Prof. Mancini chiama a collaborare alla rivista il Prof. Giuseppe De Mastro.

 

Riprende la pubblicazione della Rivista, con una nuova veste e immagine di copertina. Nel retro di copertina la composizione del Consiglio Direttivo dell’Associazione di Bari.

La rivista ritorna “dell’Associazione Provinciale Dottori in Scienze Agrarie e Scienze Forestali di Bari”, anche perché alcune associazioni di altre province pugliesi cominciano a ridursi per poi cessare l’attività.

Direttore responsabile della rivista è  Leonardo Mancini – Redattore capo Giuseppe De Mastro; non compare più il Comitato tecnico scientifico e quello di redazione.

 

VI – 1993 1998 – Presidenza Porcelli

 

Il Consiglio Direttivo neo eletto nel 1993 – assegna le nuove cariche sociali, con Prof. Sergio Porcelli, Presidente, Prof. Giovanni Pacucci, V. Presidente, Prof. Giuseppe De Mastro, segretario, Dr. Giovanni Ninivaggi tesoriere, consiglieri Agostino Sisto, Antonio Piscopo, Achille Sigliuzzo , Giancarlo Mimiola – verbale n. 182 del 8 aprile 1993.

Il Prof. Porcelli, nel giugno 1995, entra nel Consiglio Nazionale FIDAF – verbale n. 195 del 1 giugno 1995.

Il Consiglio Direttivo eletto per il triennio successivo – 1996/99 – riconferma il Prof. Sergio Porcelli Presidente, Dr. Achille Sigliuzzo V.Presidente, Dr. Francesco Paolo Tursilli segretario, Dr. Gianni Ninivaggi tesoriere, consiglieri: Giovanni Passeri, Agostino Sisto, Rafaele Lovino. Leonardo Mancini, Giancarlo Mimiola – verbale n. 193 del 22 marzo 1996.

Particolarmente fattiva risultò in questo periodo la collaborazione del segretario Francesco Paolo Tursilli e tesoriere Gianni Ninivaggi.

Il 29 marzo 1996, L’Associazione, in collaborazione con l’Istituto Agronomico Mediterraneo di Valenzano, realizza un convegno sul tema: “Le Agricolture Ecocompatibili in Puglia ed il Ruolo del Biologico e Biodinamico”, tenuto nella sala convegni dello stesso Istituto.

Durante detto convegno sono state svolte le seguenti relazioni:

-                        Dr. Giovanni Passeri – “Metodo di Agricoltura Biologica e Programma Agro-ambientale Regionale (reg. CEE 2092/91 e 2078/92)”

-                        Peof. Sergio Porcelli – “Relazione sulle Agricolture Ecocompatibili”

-                        Dott.ssa Tiziana Urbinati e Dott. Massimo Ilari (alimentaristi) – “L’alimentazione biologica per una perfetta forma fisica”

-                        Dr. Cosimo Lacirignola – “Il ruolo dell’Istituto Agronomico Mediterraneo nello sviluppo dell’Agricoltura ecocompatibile”

Nella seduta del C.D. del 6 giugno 1997 – Verbale n. 199 – viene nominato il nuovo direttore responsabile della rivista – Prof. Giuseppe De Mastro – e comitato di redazione – Giancarlo Mimiola, Agostino Sisto, Giovanni Passeri, Raffaele Lovino, Carmelo Sigliuzzo, Rosanna Gianfrancesco e Domenico Pierangeli; ma la pubblicazione della rivista, sospesa con il n. 5 – nov..-dic. 1995, non riesce a riprendere, per ragioni economico-finanziarie.

Tra le manifestazioni di rilievo di questo periodo spicca la tavola rotonda sul tema “Esperienze e prospettive dell’applicazione in Puglia del reg. CEE n. 2078/92”, relatore Dr. Giovanni Passeri, dirigente 1° Programma Agro-Ambiente della Regione Puglia

Nella seduta del C.D. del 27/05/98 si dimette il Tesoriere Gianni Ninivaggi e subentra F.sco Paolo Tursilli, mentre, quale nuovo consigliere, subentra il 1° dei non eletti Prof. Giuseppe De Mastro – Verbale n. 203.

Nel marzo 1999, dopo un anno dall’ultima riunione del C.D., lo stesso Consiglio approva l’ingresso di nuovi soci – verbale n. 204 del 1 marzo 1999 -  entrano i soci Marco Malpica Orabona, Angelo Petruzzella, Chiara Mattia, Luigi Mauro, Domenico Campanile, Vincenzo Stea, Gianvito Masi, Nicola Lamascese e Giuseppe Ruggiero; l’intento è quello di rinnovare e ampliare la compagine sociale, constatata la riduzione delle attività dell’Associazione, conseguente all’incipiente crisi economica della società contemporanea.

 

VI – 1999 – 2012  Presidenza Passeri

 

Il giorno 8 aprile 1999 l’Assemblea dei soci elegge il nuovo Consiglio Direttivo – verbale Assemblea n. 30 – che, nella prima riunione del 23 aprile 1999 – verbale C.D. n. 205 –  assegna le cariche sociali: Presidente Dr. Giovanni Passeri, V.Presidente Dr. Raffaele Lovino, segretario Dr. Giuseppe Ruggiero, tesoriere Dr. Marco Malpica Orabona, consiglieri Prof. Leonardo Mancini, Dr. Oronzo Antonio Milillo, Dr. Achille Sigliuzzo, Dr. Agostino Sisto, Dr. Vincenzo Stea.

Il Presidente del nuovo Consiglio Direttivo, Giovanni Passeri, nel mentre esprime il suo plauso e quello dei nuovi consiglieri al Presidente dimissionario Prof. Sergio Porcelli, per l’infaticabile lavoro svolto in favore dell’Associazione, propone di nominarlo Presidente Onorario; la proposta viene accolta per acclamazione, anche se non espressamente prevista dallo Statuto sociale.

L’anno successivo  2000  si dimettono il segretario Giuseppe Ruggiero e il tesoriere Marco Malpica Orabona

 

Negli anni 1999/2000 si avvia un lavoro di revisione e ammodernamento dello Statuto Sociale, allo scopo di adeguarlo alle nuove realtà del mondo agricolo, nonché per consentire all’Associazione l’espletamento di studi e ricerche per conto di enti pubblici e privati. Le modifiche furono poi approvate dal C.D., nella seduta dell’8/10/2001 – verbale n. 212 , ma non essendo state ratificate dall’Assemblea dei soci, ne fu rinviata l’attuazione.

Nello stesso periodo l’Associazione organizza un interessante convegno sugli OGM, che fu realizzato l’11 dicembre 2000, nel Salone dell’Ente Irrigazione, con relazione principale del Prof. Filippetti sul tema: “Piante transgeniche in campo: stato della ricerca, problemi e prospettive di sviluppo”.

All’Assemblea dei soci, abbinata alla Conferenza sugli OGM, di cui innanzi, nonostante un intenso lavoro di sensibilizzazione e invio di circa 700 inviti, dei quali la maggior parte indirizzati a giovani colleghi, laureati nelle recenti sessioni presso la Facoltà di Agraria di Bari, risulta una partecipazione di Dottori in Scienze Agrarie e Forestali piuttosto ridotta.

Il Presidente Passeri effettua un indagine sull’attività delle Associazioni delle altre province pugliesi, scoprendo che soltanto a Foggia l’Associazione ha una discreta attività; risultano inattive anche le Associazioni delle province Lucane di Potenza e Matera; concorda quindi con La FIDAF un tentativo di ricostituzione delle Associazioni citate, comprese quelle della Basilicata, ma con risultati negativi.

Le ragioni del ridotto interesse dei colleghi verso L’Associazione di categoria sono da ricercare nella congiuntura economica e nella conseguente difficoltà di impiego del giovani laureati in Scienze Agrarie e Foresta.

 

Il 16 febbraio 2011 – verbale C.D. n. 210 – sono incaricati delle funzioni di segretario Giovanni Papa e tesoriere Domenico Campanile, che però di fatto non riescono ad espletare l’incarico assegnato per esigenze di lavoro.

Nella stessa seduta del C.D. fu designato un gruppo di lavoro di giovani colleghi, con il compito di promuovere e sviluppare l’Associazione, nonché per meglio definire le modifiche statutarie e programmare nuove iniziative, ma dopo l’entusiasmo iniziale, il gruppo non fu in grado di sortire risultati concreti, in termini di programmi e ampliamento della base sociale.

Da questo momento in poi il Dr. Passeri è impegnato a svolgere contemporaneamente le funzioni di Presidente, segretario e tesoriere.

 

Il giorno 19 dicembre 2001 l’Associazione organizza un convegno di studio presso la Facoltà di Agraria di Bari, abbinandolo all’Assemblea Straordinaria dei soci, convocata per esaminare le proposte di modifica dello Statuto formulate dal Consiglio Direttivo.

La partecipazione al convegno risultò ampia ed attiva, con le seguenti 3 relazioni:

-                      Prof. Vittorio Marzi – “Passato e avvenire dell’Associazione Dottori in Scienze Agrarie e Forestali”;

-                      Dr. Achille Sigliuzzo – “Problematiche dell’approvvigionamento idrico in Puglia: situazione attuale e prospettive”

-                      Prof. Pietro Rubino – “Prospettive di impiego delle acque depurate in agricoltura”;

 

Il 21 maggio 2002 – Verbale C.D. n. 216 – si avvia un accordo con l’Ordine degli Agronomi e Forestale, mediante il quale il Presidente dell’ORDAF Dr. Oronzo A. Milillo concede di stabilire la sede legale dell’Associazione presso l’ORDAF, in V.le F. J. Kennedy, 64 – Bari.

Lo stesso C.D. approva la proposta del Presidente Passeri di costituire un sito web dell’Associazione, con una spesa iniziale di € 600,00; inoltre, considerata la indisponibilità del tesoriere, la delega al c/c postale viene assegnata al Presidente.

Durante l’anno 2002 il Consiglio Direttivo programma e realizza una interessante visita tecnica ad aziende agro-industriali dell’Agro Brindisino, tra cui quella vitivinicola di Albano Carrisi di Cellino S. Marco; la visita si effettua il 9 novembre 2002 e riscuote notevole interesse.

Il 1° marzo 2003 – verbale C.D. n. 221 –  con  rinnovo delle cariche sociali, si riconferma  Presidente Giovanni Passeri, V.Presidente A. Sigliuzzo, segretario Enzo Albero Scarpa, tesoriere Domenico Campanile, consiglieri Mancini, Papa, Milillo.

 

Il 18 marzo 2003 – verbale C.D. n. 224 – nelle cariche di segretario e tesoriere subentrano rispettivamente il Dr. Giovanni Tarquinio e Dr. Enzo Alberto Scarpa; successivamente, il 23 aprile 2004 – verbale C.D. n. 225 – il Dr. Giovanni Tarquinio è trasferito a Brindisi e quindi non può più svolgere le funzioni di segretario.

L’Assemblea ordinaria dei soci, per l’anno 2003, viene abbinata ad un convegno di studi sul tema “Elaborazione dei Piani di Miglioramento Aziendale (P.M.A.) con metodo informatico”; la relazione è tenuta dal Dr. Agr. Giuseppe D’Onghia, responsabile della mis. 4.3 del POR Puglia. Il convegno è tenuto presso la Facoltà di Agraria di Bari, con la partecipazione di un folto numero di colleghi Agronomi e Forestali.

Nell’anno 2004, la partecipazione all’Assemblea FIDAF viene delegata al Presidente Passeri, – verbale n. 226 del 22 giugno 2004 -  poiché il Consigliere Mancini, precedentemente delegato è impossibilitato. In tale Assemblea il dr. G. Passeri viene eletto nel Consiglio Nazionale.

Il 30 maggio 2004 l’Associazione ha effettuata una visita guidata al “Bosco Difesa” di Faeto, di particolare interesse floristico e paesaggistico. La visita è stata guidata dai Proff. Vittorio Gualdi e Patrizia Tartarino, responsabili scientifici degli interventi selvicolturali progettati, e dal Rag. Antonio Marella, Sindaco di Faeto, che ha accolto i partecipanti nel Palazzo comunale, intrattenendoli con un breve, ma significativo discorso di saluto.

 

Nell’anno 2006 – verbale n. 231 C.D. del 20 gennaio 2006 – si riconferma  Presidente G.. Passeri, V. Presidente Giovanni Scordamaglia, segretario Alessandra Lisi Cervone, tesoriere Enzo Alberto scarpa, consiglieri Sigliuzzo, Mancini, Medicamento.

In questo periodo il Consiglio Direttivo propone  di elaborare un programma di attività dell’Associazione ed in particolare della ripresa della rivista Scienza e Tecnica Agraria, da realizzare con il contributo della Regione Puglia, a norma della L. R. n. 34/1980 e D.G..R. n. 836/98 – Verbale C.D. n. 232 del 7 aprile 2006. Dopo un esame preliminare e i primi contatti con la Presidenza della Regione, il progetto risulta di difficile attuazione, in quanto la legge regionale citata è applicabile ai progetti con valenza su tutto il territorio regionale, mentre l’Associazione ha una operatività provinciale, nonché per la difficoltà di reperire finanziamenti iniziali, fino alla concessione del contributo regionale.

L’11 aprile 2007 il C.D. delega il Presidente Passeri alla partecipazione  al Consiglio Nazionale FIDAF – verbale n. 235 –  nel quale viene riconfermato consigliere.

Il Presidente Passeri avvia contatti con la Presidenza della facoltà di Agraria per la partecipazione ad un protocollo d’intesa su attività promozionali congiunte.

 

Il Consiglio Direttivo, nella riunione del 20 novembre 2007 – verbale n. 237 – prende atto del trasferimento all’estero del consigliere Medicamento, che conseguentemente non potrà più partecipare alle riunione del C.D.; nella stessa riunione si dimette da consigliere e da socio Alessandra Lisi Cervone. Pertanto si aprono 2 vacanze; in sostituzione viene cooptato il Dr.. Francesco Paolo Monopoli, di recente iscrizione all’Associazione, che dichiara la sua piena disponibilità alla collaborazione nel Consiglio. Lo stesso, presente in Consiglio su invito del Presidente, propone una manifestazione per la commemorazione del Prof. Sergio Porcelli, Presidente Onorario dell’Associazione, da tenere il 20 maggio 2008, ad un anno dalla morte.

Il Consigliere L. Mancini evidenzia l’esigenze di predisporre l’ingresso nell’Associazione i laureati triennali, a seguito delle recenti innovazioni introdotte nei corsi di laurea della Facoltà di Agraria; forse è il momento di riprendere l’argomento delle modifiche allo Statuto sociale, interrotto anni addietro.

Il 6 maggio 2008 – verbale n. 238 – entra ufficialmente nel Consiglio Direttivo Francesco Paolo Monopoli, che assume la carica di Segretario, il quale illustra il programma della commemorazione di S. Porcelli.

La manifestazione per la commemorazione del Prof. Sergio Porcelli fu tenuta il 20 maggio 2008, come programmato, preso la sala biblioteca dell’Unità di Ricerca per i sistemi colturali degli ambienti Caldo-Aridi (ex Istituto Sperimentale Agronomico), in collaborazione con stessa Unità di Ricerca e con la partecipazione dei famigliari.

La cerimonia fu intensamente partecipata dai colleghi professori della Facoltà di Agraria e tecnici dell’Istituto Sperimentale Agronomico, poiché il Prof. Porcelli fu per molti anni Direttore dell’Istituto Sperimentale per l’Orticoltura, nonché docente di Orticoltura.

La manifestazione si concluse con la consegna di una pergamena dell’Associazione ai famigliari del Prof. Porcelli.

L’Unità di Ricerca per i sistemi colturali Caldo-Aridi del CRA – SCA (Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura), diretta dal collega Dr. Donato Ferri, in occasione della Commemorazione del Prof. S. Porcelli, dichiarò la massima disponibilità ad ospitare manifestazioni dell’Associazione e più in generale a collaborare nelle attività della stessa.

 

Il 20 marzo 2009 – verbale Assemblea n. 37 – si tiene l’Assemblea dei soci per il rinnovo del Consiglio Direttivo, nella sala biblioteca dell’Unità di ricerca di cui innanzi; sono presenti 9 soci, più 9 delegati. I soci presenti esprimono la volontà di immettere nel nuovo Consiglio Direttivo una larga componente di giovani colleghi.

Risultano eletti: Giovanni Passeri, Leonardo Mancini, Giuseppe Scarpa, Umberto Medicamento, Ignazio Schettini, Domenico  Passeri , Francesco Porcelli. Il Consigliere Mancini dichiara la propria disponibilità a dimettersi per consentire il subentro di altri colleghi, anche in funzione dei suoi notevoli impegni di lavoro, quale docente nella Facoltà di Agraria.

Il Consiglio neo eletto, si riunisce in seduta l’3/4/2009 – verbale n. 241. Il Presidente uscente G. Passeri, in un breve riepilogo dell’attività svolta nel triennio 2006 – 2008, manifesta la carenza delle funzioni di segretario e tesoriere, che non ha consentito di svolgere in maniera organica i compiti statutari demandati al Consiglio Direttivo. Conseguentemente ritiene preliminare all’assegnazione delle cariche l’individuazione di 2 componenti il Consiglio che siano in grado di svolgere tali mansioni, con riferimento alle disponibilità di tempo e al domicilio nell’interland barese. L’assegnazione delle cariche viene quindi rinviata, anche per l’assenza di 2 consiglieri.

Il consigliere Medicamento manifesta l’opportunità che comunque si dia preferenza ai consiglieri più giovani nell’assegnazione delle cariche, in osservanza alla volontà manifestata nell’ultima riunione dell’Assemblea dei soci.

Nella riunione successiva del C.D. – verbale n. 242 dell’8/6/2009 – vengono formalizzate le dimissioni del consigliere Mancini e il subentro del primo dei non eletti Francesco Paolo Monopoli.

Nella stessa riunione, a motivo dell’assenza dei 3 consiglieri più giovani (Medicamento, Schettini, Scarpa), si decide di soprassedere all’assegnazione definitiva delle cariche, delegando il Presidente uscente Giovanni Passeri e il Segretario Francesco Paolo Monopoli a proseguire nei rispettivi incarichi, in attesa di sviluppi. Il Presidente Passeri manifesta l’esigenza che uno dei consiglieri più giovani venga nominato temporaneamente Vice Presidente, in modo da affiancare il Presidente e acquisire conoscenza ed esperienza per proseguire poi autonomamente come nuovo Presidente. La proposta non ha seguito per assenza dei consiglieri giovani, in quanto impegnati per lavoro fuori della provincia di Bari. Vengono proposte anche riunioni in videoconferenza, ma non risultano praticabili.

Il Presidente Passeri si dedica quindi nell’attivazione ed ampliamento delle funzioni del sito web dell’Associazione www.adafba.it , allo scopo di costituire un punto d’incontro telematico ed eventualmente una Community; inoltre il sito web potrà ospitare la rivista dell’Associazione, da pubblicare on line; all’uopo si attiva a stabilire contatti con istituti, enti e persone qualificate da includere nella rete informatica, nella concezione del “Fattore Network”.  Il progetto è tuttora in fase di attuazione, con la collaborazione di esperti della materia, tra cui il Dr. Domenico Pinto, addetto stampa dell’Ente irrigazione e un tecnico informatico.

Nell’anno  2011, su proposta del consigliere Francesco Porcelli, , è stato organizzato un incontro tecnico su tema “Insetti alieni invasivi in Italia e gestione dell’ambiente urbano”, congiuntamente al GIF (Gruppo Italiano di Entomologia Forense). L’incontro è stato poi rinviato, su iniziativa del Presidente Passeri, a causa di adesioni in numero limitato.

Il programma dell’incontro contiene l’intento del Presidente Passeri di illustrare il progetto innovativo dell’Associazione, con riferimento alla rete informatica di cui innanzi, infatti la lettera invito specifica.

“L’ADAF/BA, in particolare, intende rinnovare profondamente la propria struttura ed organizzazione presentando proposte appositamente formulate, finalizzate alla costituzione di una rete informatica interattiva che ottimizzi il collegamento tra enti e istituti di ricerca, scuole di formazione professionale, mondo del lavoro e attività imprenditoriali, con particolare riferimento al verde agro-forestale e paesaggistico degli ambienti meridionali d’Italia.”

Il progetto potrà essere ripreso e proseguito, con le opportune modifiche e integrazioni; per questo scopo si mantengono contatti con gli enti e persone che hanno fatto pervenire un nota di adesione all’iniziativa.

Il Consiglio Direttivo dell’Associazione prosegue comunque le riunioni, finalizzate all’organizzazione di un’Assemblea dei soci, opportunamente ampliata e rinnovata, che possa poi procedere all’elezione di un nuovo Consiglio Direttivo.

L’Assemblea dei soci del 22 giugno 2012, Tenuta presso l’Unità di Ricerca del CRA in Bari, elegge il nuovo Consiglio Direttivo per il triennio 2012 – 2014, che risulta così costituito: Dr. Giovanni Passeri, presidente riconfermato, Dr. Prof. Francesco Porcelli, vice presidente, Dr. Francesco Paolo Monopoli, segretario, Dr.ssa Maria Giovanna Netti, tesoriere, Dr. Marcello Mastrorilli, Dr. Vito Antonio Romito e Dr. Vincenzo Prencipe, consiglieri.

 

Settembre 2012

 

Dr. Giovanni Passeri